Siamo quasi alla fine dell’anno e per molti è tempo di bilanci. Le spese per le famiglie italiane sono state davvero tante e l’economia del Paese tutta è ancora in forte sofferenza. Una persona su quattro, in Italia, si trova in una condizione di povertà. Ma se questo è l’estremo, sono in tanti a vivere comunque una condizione di disagio o di ristrettezze economiche. E allora ecco che scatta la corsa al risparmio e una delle voci principali da tagliare, nel senso di ridurre, è quella dell’RC auto che, purtroppo, in molte regioni ha ancora costi decisamente elevati, soprattutto per le donne e i neopatentati.

Risparmiare sull’RC auto si può

Posto che l’assicurazione RC auto è obbligatoria, la cosa fondamentale per chi si trova in difficoltà economiche è quella di riuscire a spendere il meno possibile. Questo è possibile se si utilizzano delle accortezze. La prima è quella di ridurre tutte le altre voci di spesa dell’assicurazione che non sono strettamente necessarie. Prima di tutto se l’auto è molto vecchia è inutile assicurarla per furto e incendio poiché non si avrebbe mai un risarcimento congruo, le assicurazioni in questo caso pagano praticamente niente, tanto vale non spendere in assicurazione e mettere via qualcosa nel caso occorra acquistare un’altra auto.

Valutare tutte le possibilità è la regola. Molte assicurazioni fanno particolari sconti se le auto assicurate sono più di una. Per esempio nel caso in cui l’auto sia stata acquistata per il figlio, si potrà comunque assicurarla a nome del padre in modo che prenda la sua classe di merito. Talvolta non occorre nemmeno perché se presso quell’assicurazione è già assicurata un’auto di famiglia, la seconda auto viene inglobata nella medesima classe di merito.

Come risparmiare sull’assicurazione auto col web

assicurazione-02Un altro modo per risparmiare, sovente anche in modo considerevole, è quello di cercare dei preventivi sul web. Oggi, infatti, esistono diverse assicurazioni che operano online e che quindi abbattono i costi di gestione di un’agenzia fisica. In questo modo, come è facile intuire, si possono permettere di abbassare notevolmente i premi delle polizze che diventano certamente molto più abbordabili.

Cosa cambia con un’assicurazione online? Sostanzialmente non cambia un granché eccetto la spesa. Con una di queste assicurazioni, infatti, si può arrivare anche a spendere dai 250 euro all’anno a seconda dell’auto, della regione di appartenenza, dell’età  e del sesso. In molti sono convinti che le assicurazioni online non siano valide, niente di più pregiudizievole. Non ci si deve stupire dei bassi costi proposti perché appunto tutto dipende dal fatto che non si devono pagare affitti dei locali e salari dei dipendenti dato che tutto può essere gestito facilmente da pochi impiegati.

E se si vuole risparmiare sull’auto?

Questa, in effetti, è un’altra voce di spesa importante per chi ha bisogno di acquistare una nuova auto o una seconda auto. In molti casi la soluzione la si trova nel mercato dell’usato, attenzione però ad acquistare solo l’usato sicuro, qui maggiori info: http://certificauto.it. Quindi per il nuovo anno si può provare a cercare sia l’assicurazione auto meno costosa che l’auto usata più conveniente e sicura.